• +39 0573 21707
  • info@centrofitnessfreeline.it

Sport e salute

Freeline > Sport e salute
Articolo-copertina
5 Mar

Scheda di allenamento per donne: falsi miti da sfatare

by Carlo Alberto Pazienza |Mar 5, 2020 |0 Comments | Fitness, Il blog, Sport e salute, Tonificazione

Marzo è il mese della primavera, delle giornate che si allungano e della rinnovata voglia di sentirsi belli e in forma. Marzo però anche il mese in cui si celebra la festa della donna: ok, la festa della donna è tutti i giorni, ma per l’occasione abbiamo deciso di dedicare un articolo di blog a tutte le nostre amiche.
Vogliamo fare chiarezza su alcuni aspetti legati all’allenamento per donne che spesso, a causa dell’infinita quantità di informazioni che si possono reperire sul web, vengono fraintesi o non sufficientemente specificati.
Ecco allora i miti (da sfatare) che possono condizionare le scelte di allenamento di ogni donna.

“Sollevare pesi fa diventare grosse come gli uomini”

Questa è senza dubbio la paura più diffusa tra il pubblico femminile che frequenta le palestra. Purtroppo l’immagine della donna in sala pesi continua ad essere associata alla figura delle bodybuilders, con la concezione che per arrivare a quel risultato basti aumentare il carico dei pesi fare qualche ripetizione in più.

Niente di più sbagliato. Intanto va detto che per sviluppare quel fisico le bodybuilders passano ore e ore ad allenarsi, seguono una dieta specifica e molto spesso assumono testosterone. E poi, proprio perché producono un decimo del testosterone degli uomini, le donne hanno fisiologicamente più difficoltà ad aumentare la propria massa muscolare.

La verità dunque è che allenarsi con carichi adeguati al proprio fisico e svolgere esercizi adatti a stimolare bene i muscoli, comporta una serie di benefici, primo fra tutti un corretto e duraturo dimagrimento.

Chiedi consiglio ai nostri personal trainer per capire quale sia l’allenamento più adatto a te

“Si dimagrisce solo facendo cardio”

Un altro falso mito strettamente collegato al precedente. Correre, camminare, andare in bicicletta o in piscina, fare zumba, sono un ottimo modo per tenersi in forma, ma pensare che siano sufficienti per dimagrire è un grave errore.

Anche se tutte queste attività consentono di bruciare molte calorie, l’allenamento con sovraccarichi consente di perdere peso con maggiore efficacia rispetto al cardio. Perchè?
Quando ci alleniamo con i pesi, le fibre muscolari subiscono un processo di “rottura”, al quale, nelle ore successive, fa seguito un altro di ricostruzione delle stesse.

Questi processi necessitano energie e calorie, continuando a lavorare anche una volta concluso l’allenamento. Il cardio resta comunque un’ottima attività, particolarmente consigliata per mantenere una buona salute del cuore, del sistema circolatorio e per bruciare calorie.

ImgArticolo

“Cerco un allenamento mirato per eliminare la cellulite”

Ogni donna sogna di avere una scheda di allenamento per far sparire la cellulite, il nemico numero uno del gentil sesso. Sebbene si possano mettere a punto diversi accorgimenti per limitarne la comparsa (dieta, attività fisica), è bene chiarire la cosa una volta per tutte: la cellulite è una caratteristica dell’essere donna, un fattore genetico spesso legato alla situazione ormonale femminile.

Alcune linee guida (valide, ma decisamente generalizzate) consigliano di evitare di stare sedute troppo durante il giorno, favorendo la circolazione nella parte inferiore del corpo, ed evitare esercizi con ripetizioni troppo alte e recuperi troppo bassi sugli per gambe e glutei (il contrario di quello che fanno il 90% delle donne in palestra).

Insomma, la cosa migliore per combattere la cellulite è trovare un giusto equilibrio nella propria composizione corporea, allenando la massa muscolare con i giusti esercizi ed un’intensità adeguata, comprendere nel proprio allenamento attività cardio (corsa, camminata) e seguire un’alimentazione corretta ed equilibrata.

“Una scheda di allenamento vale l’altra”

Non c’è niente di più sbagliato che pensare che una scheda di allenamento qualsiasi vada bene per tutte le donne. Il percorso di cambiamento del proprio fisico dev’essere impostato in base agli obiettivi, alla genetica, alla conformazione fisica, al tempo che si riesce a dedicare all’attività.

Risulta quindi fondamentale affidarsi ad un esperto che sappia consigliare l’allenamento più adatto alle proprie caratteristiche, preparando un piano di allenamento mirato al raggiungimento degli obiettivi personali.

Per avere maggiori informazioni e ricevere un piano di allenamento ad hoc, chiamaci 0573 21707 e richiedi un appuntamento con uno dei nostri istruttori.

Carlo Alberto Pazienza

freeline fitnessArticolo
8 Feb

In due è meglio

by Lisa Giannini |Feb 8, 2020 |0 Comments | Fitness, Il blog, Sport e salute

Ecco perché scegliere un allenamento di coppia

Quante volte hai pensato che vorresti rimetterti in forma ma tra lavoro, commissioni e faccende varie rischieresti di non passare più tempo con la tua dolce metà?
Oppure con il tuo partner parli sempre di voler fare attività fisica ma vi manca la giusta spinta per iniziare?
Ebbene una soluzione che fa al caso vostro esiste ed è pure un regalo di San Valentino originale e che fa bene al corpo, alla mente e alla vita di coppia.
A San Valentino puoi regalare a te e al tuo partner un abbonamento in palestra!
Fare sport in due raddoppia la motivazione e così riuscirai a raggiungere prima i tuoi risultati. Se seguite in coppia lo stesso programma di fitness potrete incoraggiarvi a vicenda. In questo modo potrete condividere dei bei momenti insieme e rafforzare la vostra unione come coppia.
Potrete porvi nuove sfide e persegue un obiettivo preciso da raggiungere. Il vostro corpo diventerà più bello, lo stress se ne andrà e le tensioni si appianeranno. Alcune recenti ricerche scientifiche lo affermano e gli esperti concordano sul fatto che fare sport insieme alla propria dolce metà ha molti vantaggi, non solo per il fisico ma anche per la mente.
A migliorare e a cambiare sarebbe la qualità dell’attività svolta. Allenandosi insieme, infatti, si impara anche a mediare, a spronare l’altro e a farsi spronare, scoprendo e accettando punti deboli e punti di forza dell’altro. Non meno importante l’effetto antistress, che aiuta a contrastare anche le eventuali tensioni nella coppia.
Condividere un’attività sportiva è un modo per creare col partner un’isola felice, uno spazio solo vostro fatto di complicità e benessere.
Scoprite cosa fa al caso vostro e iniziate a bruciare calorie insieme. Un regalo perfetto per chi ama se stesso e il partner.

Samantha Ferri

30 Gen

Quando l’allenamento è “personal”

by Lisa Giannini |Gen 30, 2020 |0 Comments | Fitness, Il blog, Sport e salute

Chi frequenta la palestra, lo fa per le ragioni più disparate: chi per migliorare il proprio aspetto, chi per scaricare lo stress, chi per socializzare. Il proposito comune a tutti, del resto, è quello di acquistare una buona forma e salute fisica. Ma se è vero che molto spesso gli obiettivi si assomigliano, è anche vero che i nostri corpi e le nostre condizioni di partenza sono del tutto diverse tra loro. Nessuno è uguale a un altro: cambiano lo stile di vita, le caratteristiche fisiche, l’alimentazione, il grado di motivazione.
Ecco allora, che scegliere il supporto e la guida di un personal trainer qualificato può fare una grande differenza, e garantire risultati più significativi in minor tempo. Di seguito, vi proponiamo il nostro decalogo dei vantaggi di un allenamento su misura.

 

 

1. Motivazione. La ragione principale per cui mi sento di consigliare un personal trainer è proprio questo. Il personal trainer ti
stimola, ti carica, ti supporta, ti sprona e fa in modo che quell’ora di allenamento insieme a lui sia un’ora ben spesa, all’insegna
dell’impegno, divertente e mai ripetitiva.
2. Ottimizzazione dei tempi. Avere un allenamento modellato sul proprio stile di vita e ideato in base ai nostri impegni ed esigenze, ci
garantisce di ottimizzare il tempo che trascorriamo in palestra in modo proficuo. Per ottenere ottimi risultati non servono infinite ore
in sala, ma poche sedute a settimana ben impostate. Il nostro personal trainer infatti, imposterà un allenamento adatto alla nostra
quotidianità, senza esagerare, ma senza nemmeno farci perdere tempo.
3. Programma di allenamento personalizzato. Un personal trainer qualificato è in grado di impostare un allenamento ottimale per
raggiungere, nel minor tempo possibile, l’obiettivo prefissato. Quindi, dimentica lunghe ed estenuanti sedute in palestra che non
portano nessun risultato, qui il motto è: poco ma ben fatto.
4. Allenamento esclusivo. Non soltanto il personal trainer imposta e adatta il tuo allenamento sulle tue caratteristiche ed esigenze, sui
tuoi limiti e sui tuoi progressi, ma fa molto di più: si dedica a te per l’intera durata della lezione. Avere un personal trainer ti
permette di comprendere come eseguire gli esercizi in maniera corretta, massimizzare i risultati ed evitare di andare incontro a dolori
di vario genere o di fare un allenamento “inutile” e scorretto.
5. Risultati garantiti. Se hai degli obiettivi precisi, che siano riacquistare la forma fisica ottimale o partecipare a una maratona,
essere seguito da una figura professionale non può che aiutarti ad ottenere esattamente quello a cui aspiri: controlli costanti,
esercizi mirati, esecuzioni precise, ottimizzazione dei tempi e programma disegnato su misura, sono la chiave per il successo di ogni
sportivo, amatoriale o professionista.
6. Nessuna scusa. Il compito del personal trainer è anche questo: ti aiuta a non barare, a non trovare scuse, a non saltare gli
allenamenti.
7. Autostima. Chi si sente in forma e a suo agio con il proprio corpo, acquisisce indiscutibilmente anche maggiore sicurezza e
consapevolezza di sé stesso. Il tuo personal trainer non solo ti farà raggiungere i tuoi obiettivi, aumentando la tua autostima, ma ti
aiuterà a prefissarne sempre di più ambiziosi, gli stessi che prima ti sembravano irraggiungibili.
8. No alla noia. Molte persone non amano la palestra o non sono costanti perché considerano gli allenamenti in sala particolarmente noiosi
e gli esercizi ripetitivi. Un personal trainer, al contrario, ti permette di variare spesso l’allenamento, pur lavorando sugli stessi
muscoli. Esercizi sempre diversi e l’esperta compagnia di un professionista impediranno che ti annoi!
9. Controlli costanti. Il personal trainer analizza la tua situazione fisica, il tuo stile di vita, la tua alimentazione, ti guida verso il
raggiungimento o il mantenimento della forma fisica e soprattutto della salute.
10. Aspetto educativo. Un professionista oltre a dirigere la sua lezione, educa il proprio cliente ad uno stile di vita sano suggerendo
buone abitudini che, non solo riducono il tempo che serve per raggiungere l’obiettivo, ma migliorano anche la qualità di vita di chi
gli si affida.

E voi? Cosa aspettate a provare un allenamento su misura? Ve lo garantisco: non ve ne pentirete.

 

conciliare palestra e studio
20 Dic

Sport e studio: come conciliare palestra e università

by Lisa Giannini |Dic 20, 2019 |1 Comments | Il blog, Sport e salute | ,
conciliare palestra e studio

conciliare palestra e studio

A quanti è capitato di dover sostenere un esame particolarmente difficile e vedersi costretti a rinunciare a un allenamento? Ci si arrende, credendo impossibile conciliare l’attività di studio con quella fisica. E questo spesso lo si fa a scapito del nostro abbonamento in palestra e del nostro umore. Perché diciamocelo, un po’ di attività fisica ci fa sentire appagati, e rende più piacevole anche il ritorno sui libri.

Ma se vi dicessi che è possibile dedicarsi a sport e studio senza grandi sacrifici e senza che gli esami ne risentano? Basta seguire alcuni semplici accorgimenti e cambiare un po’ la visione del tempo e delle attività quotidiane.

Quando gli impegni sono molti, ciò che conta di più è riuscire a organizzarsi e imparare a gestire il tempo in modo ordinato e proficuo. Solo così riusciremo a superare l’esame e a sfoggiare una forma fisica invidiabile!

Scegliete un giorno della settimana per stabilire le vostre priorità, e coordinare gli impegni delle giornate a seguire: così avrete un disegno preciso delle attività e del tempo che occorre dedicare ad ognuna. Ricordatevi sempre che il tempo non è poco, ma spesso è mal gestito e che una buona organizzazione preliminare può fare miracoli.

Detto questo, ecco alcuni consigli pratici che permetteranno a ognuno di voi di avere ottimi voti e del tempo libero da dedicare alla palestra.

  1. Ricorda che un buon riposo e pasti equilibrati sono alla base di tutto. Sembra scontato, ma spesso dimentichiamo che il nostro corpo e la nostra mente per funzionare al meglio e garantirci ottime prestazioni hanno bisogno di un numero adeguato di ore di sonno e di un’alimentazione corretta. Saltare i pasti, dormire poco, sono i più grandi ostacoli al raggiungimento del nostro obiettivo.
  2. Dedica allo studio un tempo di qualità. Spesso mi capita di vedere studenti disperati rinchiusi per giornate intere in biblioteca. Se si osservano più da vicino però ci si accorge che tutte quelle ore non sono dedicate interamente ai libri. Ed è assolutamente normale! Il nostro cervello non può mantenere la soglia di attenzione così a lungo e quindi capita di distrarsi con cellulari e soste al bar, a chiacchierare o semplicemente a scarabocchiare qualche quaderno. Ecco allora che un buon suggerimento potrebbe essere quello di studiare qualche ora e poi lasciare i vostri appunti per fare un salto in palestra, magari concedendosi un allenamento leggero ma mirato. È probabile che quando vi riapproprierete dei vostri libri, anche la concentrazione sarà tornata e vi sentirete più rilassati.
  3. Dedica alla palestra un tempo di qualità. Il discorso precedente può essere applicato anche a questo punto. In palestra, se si va senza un programma preciso, senza la guida di un personal trainer e senza concentrazione, i risultati stenteranno a manifestarsi. Non è necessario chiudersi in sala pesi ore e ore per trarne un beneficio positivo: ciò che conta è dedicare a ogni attività l’attenzione giusta. Programmate le vostre sedute, che saranno abbastanza brevi, ma impegnative, e finalizzate a un obiettivo preciso. Chiedete consiglio al personal trainer della palestra, spiegandogli le vostre esigenze e le vostre tempistiche: sarà un alleato prezioso per ottenere risultati e sentirvi appagati. Anche lo studio ne gioverà!
  4. Qualche volta puoi mischiare le cose. Capita a tutti la giornata in cui ci si sente un po’ svogliati, stanchi e senza particolari stimoli; così come può succedere che i troppi impegni quotidiani minaccino di togliere tempo sia allo studio che alla palestra. In tal caso potreste pensare, anziché di rinunciare a fare entrambi, di farli insieme. Vi sembra impossibile? Scegliete un orario in cui la vostra palestra è un po’ meno affollata e in cui si può stare tranquilli. Sedetevi su una cyclette e aprite il vostro libro di testo. Pedalare e studiare concilierà entrambe le attività e l’una trarrà giovamento dall’altra: pedalare toglierà stress e staticità alla mente, e leggere vi farà passare il tempo in modo proficuo. E non vi sentirete nemmeno in colpa!

E voi? Come fate a conciliare sport e studio?

lun-e-merc-web
4 Apr

Keysi

by Freeline |Apr 4, 2016 |0 Comments | Sport e salute